Da Campo Calabro a Tropea, grande successo per il festival dell’auto retrò – FOTO

Torna il Festival Auto Retrò, un’iniziativa che contempla anche la mission di promuovere le location più pregiate del nostro territorio

Un itinerario tinteggiato dai toni cromatici della costa calabrese e tratteggiato dalle sinuosità delle sue strade statali, inserite fra le verdeggianti alture che fasciano il litorale tirrenico, nella sua splendida propaggine del Golfo degli Aranci.

Un contingente di automobili pregiato e multicolor, che nel suo sviluppo ha raggiunto il castello Normanno Svevo di Vibo ValentiaSanta Domenica di Ricadi ed il porto turistico di Tropea.

L’Aremes “Francesco De Virgilio”, presieduta da Lillo Cavallo, in collaborazione con lo Scuderia Rosso Corsa 150^ e lo Scuderia Ferrari Club Reggio Calabria,  ha intitolato il consueto raduno itinerante di auto d’epoca e di supercar, “Trofeo Rosso Corsa – Memorial Gianni Gatto”, compianto collezionista reggino che a cavallo di vari decenni ha perpetrato un’attività di assoluto livello, nel settore delle auto vintage.

Col patrocinio della Regione Calabria, il prezioso supporto della Proloco di Vibo Valentia, della società Porto di Tropea spa, dell’Azienda di Promozione e Ricerca Turistica Calabria e grazie anche all’importante contributo di Enzo e Paolo Ascanio per la logistica ed il transito  fra le strade di Tropea, tale evento è risultato essere straordinariamente partecipato ed apprezzato.

Il carnet di vetture comprendeva 67 esemplari, divisi  fra supercar ed auto storiche, rigorosamente conservate o restaurate e costruite entro l’anno solare 1998. Le auto presenti, a partire dalle supercar come le Ferrari, sono vetture certificate con la targa oro Asi, ha dichiarato Lillo Cavallo. Il Festival Auto Retrò, alla sua settima edizione, contempla anche la mission di promuovere le location più pregiate del territorio, che finiscono col fare pendant con gli stilemi delle splendide auto partecipanti.  Una perfetta alchimia fra lo skyline del contesto e le linee seducenti di queste regine a quattro ruote.

L’interessamento nel 2019 dell’appassionato Virgilio Scollica, ex pilota con trascorsi da medico dermatologo presso l’ospedale di Tropea, ha incentivato l’estensione dell’itinerario verso questo splendido e riconosciuto centro turistico del Tirreno, che sprigiona sempre una straordinaria carica di fascino per i visitatori, grazie alle sue riconosciute peculiarità architettoniche e naturalistiche. La prima edizione del Festival Auto Retrò risale al 2013 e, come sottolinea Natale Romeo, giovane ma quotato collezionista reggino, ha conosciuto un costante progresso in termini di quantità e qualità.

Romeo, presidente dello Scuderia Rosso Corsa 150^ e del Club Ferrari ufficiale reggino, ha rivestito anche l’incarico di segretario e responsabile delle kermesse e sottolinea anche lui il livello espresso dalle vetture presenti: Non ci siamo limitati alla sola presenza di bellissime Ferrari, ma abbiamo dato un tono veramente importante al nostro evento inserendo vetture certifìcate Asi Targa Oro, massima assise nazionale del motorismo d’epoca, che ne certifica a pieno la straordinaria quota complessiva. Tra le 67 star immortalate ed ammirate nelle varie tappe da Campo Calabro a Tropea, passando per Vibo Valentia e Ricadi, c’era anche una rarissima Fiat Osi Coupè del 1965, accreditata del ruolo di auto più anziana del corteo.

2019-05-02T18:17:12+00:002 Maggio 2019|